Home > Ritratti > De Siervo, Lotito e De Laurentiis: ecco i principali responsabili della vergogna di Dazn

De Siervo, Lotito e De Laurentiis: ecco i principali responsabili della vergogna di Dazn

serie a calendari dazn

Adesso basta. Anche ieri, in occasione dei posticipi Torino – Lazio e Sampdoria – Napoli, molti tifosi e appassionati hanno dovuto rinunciare alla visione dei primi 45 minuti delle sfide. I problemi tecnici di Dazn si sono ripetuti ancora una volta. Ma al netto dell’incompetenza e dell’incapacità dell’emittente, i responsabili di questo vergognoso servizio sono principalmente tre: Luigi De Siervo, Claudio_Lotito ed Aurelio_De_Laurentiis

De Siervo, amministratore delegato della Lega Calcio, ha, da mesi, spinto per affidare i diritti tv alla scadente Dzan, dimenticandosi i mille problemi che l’emittente aveva già dato agli utenti ( ne avevamo già parlato mesi fa, in anticipo)

Ecco i co – protagonisti di questa vergogna: i due presidenti Lotito e De Laurentiis. I patron di Lazio e Napoli hanno letteralmente svenduto la passione dei loro stessi tifosi per due soldi. Più defilate, ma comunque colpevoli, le dirigenze di Juventus e Inter. Colpevoli “di sponda”: alle due società interessava infatti più che altro non rafforzare la Lega con i fondi di investimento; un ragionamento in ottica Superlega, non quindi direttamente responsabile.

Ma a quanto ammontano esattamente questi “due soldi” che hanno fatto preferire Dazn alla più quotata Sky? Semplice. Quest’ultima emittente offriva 700 milioni per i diritti sulle partite. Dazn 840. Una differenza di 140 milioni che, a quelle cifre, non sono poi molti. Ma c’è di più: la differenza si sarebbe notevolmente rimpicciolita se si considera che Sky, con i diritti, avrebbe agevolato il canale della Lega.

Ecco quindi che per una differenza veramente minima, De Siervo, Lotito e De Laurentiis – con la sponda di Juve ed Inter – hanno affidato il calcio nelle mani di incompetenti allo sbaraglio. Ora Dazn promette rimborsi: basterà questo per calmare l’ira degli appassionati? Difficile, onestamente; dopo le restrizioni covid, biglietti introvabili e abbonamenti ultra costosi, per i i tifosi questa è la goccia che fa traboccare il vaso. Ed hanno pienamente ragione.

You may also like
Inzaghi vicino agli ultras della Lazio: il gesto che avvelena Lotito
La Juve trema: il Newcastle degli sceicchi vuole Chiesa ed inquina il mercato europeo
La coperta a centrocampo è corta, la Juve ci prova per Van de Beek
lautaro martinez inter
Riprende la Serie A ma occhio ai sudamericani: Milan salvo, Juve e Inter penalizzate