Home > Serie A > Juve-Crotone: senza Dybala cresce il rimpianto per aver mancato il colpo Lukaku

Juve-Crotone: senza Dybala cresce il rimpianto per aver mancato il colpo Lukaku

Dybala juve crotone

Al quarantaduesimo giorno di assenza, Dybala resta sorprendentemente ancora indisponibile per la gara della Juve contro il Crotone. Un mese e mezzo di assenza che pesa sul futuro del giocatore e sulle prestazioni del club bianconero. 42 giorni dall’ultima partita giocata, quando al termine del primo tempo del match con il Sassuolo, l’argentino lasciò il campo dopo aver subito una botta al ginocchio.

Le condizioni di Dybala tengono la Juve in ansia. Stasera formazione di Pirlo ancora con Kulusevski in tandem con Ronaldo, considerato che Morata non è al 100%. Ora per Dybala i tempi di rientro si allungano un po’ misteriosamente, perché il ginocchio continua a fare male e dare problemi.

Da una prognosi iniziale di 20 giorni, l’infortunio ha già raddoppiato il periodo di indisponibilità previsto inizialmente. Questa situazione, oltre che a essere un importante problema per la squadra già decimata, sparge nubi sul futuro di Dybala in chiave juventina, con un contratto in scadenza nel 2022.

Paulo è stato vicinissimo al divorzio dalla Juventus nell’ estate 2019. Lo voleva il Manchester United pronto a scambiarlo con Lukaku. Affare non andato a buon fine per la richiesta di uno stipendio da 15 milioni netti a stagione. Stesse cifre di quelle percepite da Pogba che fecero irrigidire gli inglesi.

Rapporto di amore e odio quindi quello che lega l’argentino e la Juventus, ovviamente, visto il rendimento discontinuo e la scarsa disponibilità del giocatore; aver perso quel Mostro di Lukaku per un capriccio di Dybala manda ancora ai matti il club di Andrea Agnelli. Le prestazioni e il momento “no” dell’argentino evidentemente incidono molto sulle scelte future. Proprio in questo periodo il suo agente e il club bianconero avrebbero dovuto riprendere i contatti per il rinnovo ma il “mistero Dybala” non spinge certo la Juve ad accellerare la trattativa.

Federico Russi

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

commenta