Home > Champions League > Lazio-Bayern: Immobile, una notte da Lewandowski

Lazio-Bayern: Immobile, una notte da Lewandowski

immobile lewandowski Lazio bayern champions

Champions League: Lazio-Bayern che sa di Davide contro Golia, ma occhio al testa a testa fra Immobile e Lewandowski.

Lazio-Bayern Monaco è Davide contro Golia. La squadra della capitale affronta il club bavarese che ha vinto tutto il possibile fino ad ora. Nella scorsa stagione i tedeschi hanno conquistato campionato, coppa di Germania e Champions League. Scia di trofei vinti che continua anche quest’anno con l’aggiunta di Supercoppa di Germania, Supercoppa Uefa e Coppa del Mondo per club.

Lazio chiamata a svolgere una vera e propria impresa. Entrambi i club, tuttavia, hanno superato la fase a gironi imbattuti. Bavaresi con 5 vittorie e 1 pareggio, Lazio con rispettivamente 2 vinte e 4 pari. Quello che impressiona i è che il Bayern ha vinto 16 gare su 17 in Champions League con una differenza reti di +48. Numeri da vera squadra schiacciasassi in grado di mettere in difficoltà qualsiasi reparto difensivo.

Riflettori puntati sugli attaccanti Ciro Immobile e Robert Lewandowski. Lazio-Bayern possiamo definirla anche “la sfida delle scarpe d’oro”. L’attaccante partenopeo, ha vinto quella della stagione 2019-20. Ne parla anche nell’intervista prepartita:”Sono in attesa di ricevere la Scarpa d’oro, non vedo l’ora perché è stata una cavalcata incredibile. Ringrazierò per sempre il mister e lo staff”. Nell’edizione 2020-21, Lewandowski si trova primo a 52 punti e con un distacco di 11,5 da Kasper Junker a 40,5.

Il 9 polacco è ovviamente favorito anche per il Pallone d’oro. Immobile, consapevole della grandezza del suo diretto avversario ne parla in conferenza stampa dicendo che non deve nessun consiglio ad Acerbi dato che lo ritiene uno dei migliori difensori sulla piazza e conclude con parole di stima verso il polacco:”Confrontarmi con grandi campioni come Cristiano Ronaldo e Lewandowski è un grande onore, mi rende orgoglioso di quanto fatto. Sono emozionato e voglioso di giocare questa partita”.

Ciro dà il meglio di sé in Champions: in 9 partite disputate da titolare ha messo a segno 8 goal. 5 solo quest’anno, tre in meno del capocannoniere Haaland del Borussia Dortmund. Numeri stratosferici per Lewandowski che, dalla stagione 2017-18, è andato a segno 31 volte in 33 partite di Champions. Magari chissà, per Immobile subentra anche quella voglia di riscatto verso le squadre tedesche. L’attaccante della Lazio infatti fece un’esperienza negativa e deludente al Borussia Dortmund che, nella stagione 2014-15, lo vide andare a segno solo 3 volte in 24 gare. Testa a testa allora tra il vero Lewandovski e quello italiano, due veri e propri macinatori di goal oltre che leader e punti fermi delle proprie squadre.

Simone Moroni

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

commenta