Home > Serie A > Inter, 3 punti per lo scudetto: senza società è ancora più bello

Inter, 3 punti per lo scudetto: senza società è ancora più bello

inter genoa juve

L’Inter, in attesa dei recuperi della Juve e delle altre squadre, sceglie il suo destino da sola strapazzando il Genoa. Vola così a +10 dai bianconeri e si cuce un altro pezzo di scudetto addosso, dopo la prima parte che aveva cominciato a mettersi addosso vincendo il derby domenica scorsa.

Criticabile e provinciale la scelta di Ballardini, che ha affrontato il match senza 6 titolari in vista del derby contro la Samp di mercoledì sera. La corazzata Ballardini aveva fermato Atalanta e Lazio e, presentarsi a San Siro con diverse riserve, dimostra che è mancata quella voglia di osare.

Onore, invece, ad Antonio Conte. Al tecnico salentino va dato atto che il suo saper cambiare idea sulle scelte di inizio stagione, lo sta portando a giocarsi lo scudetto. Da quando è stato dato spazio a Perisic ed Eriksen, l’Inter ha cambiato passo. I due giocatori hanno portato quella qualità che mancava nel gioco banale e scontato di inizio campionato. Il fatto che i nerazzurri siano fuori dalle coppe, fa tirare parecchio il fiato ai propri giocatori. Oggi, infatti, abbiamo assistito ad un Lukaku in versione Superman che è andato a rete con un goal simile a quello del derby, portando a spasso la difesa avversaria.

Il paradosso

C’è tuttavia un paradosso che non può essere tralasciato. Dopo il triplete di Mourinho nel 2010, l’Inter si prepara a vincere lo scudetto. Ma lo sta facendo, di fatto, senza una società dietro. Il Gruppo Suning c’è ancora, ma solo formalmente dato che, per mancanza di capitali, hanno mollato lo Jiangsu, vincitore del campionato cinese.

Il Gruppo Suning ha appena ricevuto finanziamenti e nuovi soci per una cifra vicina ai 2 miliardi di euro. Non per questo, altri asset come l’Inter sono salvi. Anzi, i sengali portano tutti alla volontà di cedere il più in fretta possibile anche il club milanese che rischia quindi di fare proprio come quello cinese: vincere lo scudetto e poi essere abbandonato a se stesso. Ovviamente speriamo per le sorti dell’Inter e per i suoi tifosi, che venga presa da qualcuno più serio ed affidabile dell’attuale società cinese.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

2 Responses

  1. Pingback : Roma-Milan: i rossoneri rispondono alla fuga dell'Inter

  2. Pingback : Genoa-Sampdoria: benvenuti nel derby più sentito d'Italia

commenta