Home > Ultime notizie > Juve, in questo momento CR7 non ti serve: ci vorrebbe un Lukaku

Juve, in questo momento CR7 non ti serve: ci vorrebbe un Lukaku

juve ronaldo Lukaku

Cristiano Ronaldo sempre più isolato e stanco: Juve, ci vorrebbe un giocatore alla Lukaku.

L’isolamento di Cristiano Ronaldo dentro alla bolla di questa Juve stanca e sofferente e’ troppo evidente per non porre degli interrogativi. Contro il Porto, CR7 non è stato certo profeto in Patria, ma ancora una volta, come a Napoli e come abbiamo visto in altre partite, un corpo estraneo dentro ad un gioco che in questo momento non ne supporta le caratteristiche di cannibale del gol che ha bisogno di rifornimenti continui.

Invece nella serata portoghese, Cristiano avrà toccato si e no quattro palloni, mai concluso in porta e spesso è rimasto fuori dal gioco bianconero. Porsi degli interrogativi su un Fenomeno (non ce ne voglia il Ronaldo brasiliano) come lui è legittimo. Il succo è questo: è la Juve che non brilla perché non riesce a fare gioco e quindi zavorra il portoghese che in questa maniera non può più sostenerla con i suoi gol? O è Cristiano che, per caratteristiche e attitudini non si sacrifica in fase di non possesso, lasciando la Juve a remare in inferiorità numerica, con la fatica che si accumula oltre misura ad ogni partita?

La domanda è legittima ma di non chiara soluzione. A nostro avviso però, la Juve di questi tempi, stanca e stravolta dalla serie ravvicinata di partite che non le da tregua nel calendario del Covid. Avrebbe bisogno di un attaccante in grado di sacrificarsi con i compagni. Di abbassarsi, fare interdizione e ripartire.

Adesso come adesso, anche volendo, i bianconeri non riescono fisicamente e mentalmente ad imporre una filosofia di gioco offensiva e propositiva. Con Ronaldo praticamente giocano in 10, davanti paradossalmente la Juve avrebbe bisogno di un altro giocatore, di un Lukaku, per capirci. Di un armadio a tre ante che lotta contro tutti e fa salire la squadra.

Ecco, in questo momento alla Juventus manca in rosa un giocatore del genere. Morata non sta bene, ha finito stravolto lo spezzone di gara col Porto e poi non ha quelle caratteristiche. Così come Dybala in attesa di rientrare. Kulusevski è un lottatore a tutto campo ma non è un attaccante e quindi in fase realizzativa è ancora più carente se lo allontani dalla porta.

Ma la situazione non è piacevole nemmeno se la vedi dal punto di vista di Ronaldo che dalla squadra pretende di più e, nelle ultime gare, il suo body language è stato piuttosto evidente. Mani in faccia, espressioni di disappunto e inviti a fare gioco ai compagni.

Insomma, Pirlo si trova tra le mani una bella gatta da pelare. Ronaldo sembrava aver passato al meglio il suo solito gennaio in letargo ma adesso si è incartato ancora. La sua gara col Porto, con le dovute proporzioni, fa il paio con quella di Messi col PSG. Forse gli dei cominciano a cadere. O forse CR7 avrebbe bisogno di giocare di meno e riposare di più. Anche se non ne vuole sapere. Anche se la Juve è a corto di attaccanti.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

1 Response

  1. Pingback : Juve-Crotone: Dybala ancora indisponibile, cresce il rimpianto Lukaku

commenta