Home > Editoriali > Milan da applausi. Juve torna grande senza CR7 e Pirlo da confermare. Napoli fermato dalla rabbia di Juric

Milan da applausi. Juve torna grande senza CR7 e Pirlo da confermare. Napoli fermato dalla rabbia di Juric

milan juve napoli champions

Corsa Champions: Milan da applausi, la Juve torna grande ed il Napoli fermato dalla rabbia di Juric

Milan secondo, Atalanta terza e Juventus quarta: queste tre squadre, con l’Inter campione d’Italia, entrano in Champions buttando fuori il Napoli. I partenopei alla vigilia dell’ultima di campionato sembravano la squadra più sicura di andarci; a parte ovviamente l’Atalanta. Ma l’1 a 1 sul quale il Verona ha inchiodato la squadra allenata da Gattuso allo stadio Maradona, grida vendetta per come Insigne e compagni non sono riusciti a prendersi i 3 punti in coda ad un finale di stagione molto convincente e dentro ad una gara dura; difficile ma nella quale erano riusciti comunque a passare in vantaggio con Rahmani a mezz’ora dal novantesimo. Poi, un’errore in coabitazione di Hysaj e lo stesso Rahmani ha portato al pareggio di Faraoni.

Il Napoli fuori dalla Champions ci dispiace davvero per Gattuso, lo staff, il diesse Giuntoli e i tifosi campani; non certo per De Laurentiis che a partire dallo scorso gennaio ha fatto di tutto per esonerare l’allenatore senza riuscirci perché non ha trovato gente disposta a sedersi sulla panchina del Napoli. Un grosso errore di valutazione quello di De Laurentiis che ha avvelenato i pozzi con il suo comportamento, non vedendo l’ora di congedarsi da Gattuso. Infatti, un tweet arrivato subito dopo il fischio finale, ha congedato il tecnico in scadenza di contratto senza tanti rimpianti: “Caro Rino sono felice di aver trascorso quasi due stagioni con te. Ringraziandoti per il lavoro svolto, ti auguro successi ovunque tu vada. Un abbraccio anche a tua moglie e ai tuoi figli. Aurelio De Laurentiis”.

Un tweet che non rende certo onore al grande lavoro di Gattuso e alla squadra, confinata e umiliata in un silenzio stampa da Medioevo. E costretta a non spiegarsi, o sfogarsi dopo la gara col Verona che, un po’ a sorpresa ha giocato la partita della vita. Juric sarà stato avvelenato con De Laurentiis per non essere entrato in nomination? Perché il maleducato tecnico del Verona a fine partita ha aggredito verbalmente un giornalista di Sky che gli faceva notare il grande impegno della sua squadra anche senza obbiettivi reali. Giusto dare il 100% ovviamente, come hanno fatto in questo finale Cagliari e Crotone per esempio. Ma Juric dovrebbe anche spiegarci le ragioni di una improvvisa resurrezione della sua squadra che ,nelle ultime 13 gare di campionato ne ha vinta soltanto una – a Cagliari – perdendone 8.

Il Milan invece ha battuto l’Atalanta 2 a 0 a Bergamo e meritato, non solo l’ingresso in Champions ma anche il secondo posto; soprattutto in virtù di un campionato condotto sempre in testa (Campioni di Inverno) o quasi dove però l’ultimo mezzo passo falso col Cagliari sembrava fatale. Onore al merito ai milanisti e a Pioli. Ma anche alla Juventus e a Pirlo che ha avuto gli attributi per tenere in panchina Ronaldo a Bologna e battuto, dominando (4 a 1) la formazione di Mihajlovic.

Doppietta di Morata, Chiesa e Rabiot i marcatori; Dybala uno dei migliori in campo. Adesso, fuori dagli equivoci, per la Juve la strada sarebbe tracciata: avanti senza CR7, se sarà possibile cederlo (temiamo sia molto difficile) ma ancora con Pirlo in panchina. I due trofei conquistati e il convincente finale di campionato, a nostro avviso gli varrebbero la riconferma. Da mettere in dubbio, forse, solo se arrivasse Zidane.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter
You may also like
gattuso tweet de laurentiis napoli
Quel tweet cafone di De Laurentiis a Gattuso: come uomo e allenatore Rino si merita altri presidenti
champions milan atalanta juve
Corsa Champions: se il Milan fa la Juventus con l’Atalanta può vincere e qualificarsi

commenta