Home > Serie A > Romagnoli-Milan: prove di accordo e di pace con Raiola per la cessione del difensore

Romagnoli-Milan: prove di accordo e di pace con Raiola per la cessione del difensore

romagnoli milan

Milan-Raiola: il caso Romagnoli potrebbe far disseppellire l’ascia di guerra oppure peggiorare di tanto i rapporti tra l’agente di Donnarumma e il club rossonero. Con l’acquisto di Maignan, il Milan ha indicato la strada per salvare i conti dei club: cacciare dal tempio agenti e giocatori avidi. In merito alla questione si era pronunciato anche Ibra rimproverando Donnarumma e Raiola, procuratore che hanno in comune.

Il futuro di Romagnoli è, in un certo modo, determinante anche per quello del Milan stesso. Il tira e molla per il rinnovo del contratto del difensore dura da mesi, ma il Milan non ha ancora formulato un’offerta per via della richiesta d’ingaggio troppo alta. Il difensore proviene anche da una stagione deludente in cui è stato sostituito a metà competizione da Tomori che è stato invece protagonista di ottime prestazioni.

Mentre Raiola non si smentisce mai avanzando folli richieste per i suoi assistiti, lavora anche sul futuro di Romagnoli lontano da Milano. Qualcuno ha parlato di un’ipotesi Barcellona per il difensore. È chiaro che un’eventuale cessione andrebbe fatta ora, dato che nel 2022 gli scadrà il contratto; così come è chiaro che sarebbe un’operazione che farebbe comodo ad entrambi. Il giocatore ed il procuratore probabilmente guadagnerebbero di più altrove ed il Milan farebbe cassa per far fronte al mercato. Il club rossonero deve fare liquidità, da mettere subito per i riscatti di Tonali e Tomori; la vendita di Romagnoli aiuterebbe di gran lunga.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

commenta